24 Gennaio 2008

Sguardo su una lingua e una realtà lavorativa

Di: ILISSI, Associazione interpreti in lingua dei segni della Svizzera italiana

La lingua dei segni è da sempre usata dalle persone sorde per comunicare tra loro, veniva però erroneamente considerata una sorta di mimica. E' solo a partire dagli anni ‘60 che questa situazione inizia a mutare. Il ricercatore americano W.Stokoe, tramite studi approfonditi confermò che si trattava di una vera lingua che utilizza il canale visivo-gestuale e non quello acustico-vocale, con regole, sintassi e grammatica proprie, in grado di trasmettere qualsiasi messaggio.

 

A partire da questa conferma seguirono altre ricerche e progressivamente anche le comunità di persone sorde presero consapevolezza del valore della loro lingua. Si passa così da un aiuto alla comunicazione, ruolo assunto spesso da un familiare che accompagnava il sordo, alla figura di interprete formato.

L'interprete funge da ponte tra due interlocutori aventi culture e lingue diverse e permette una comunicazione diretta senza rischio d'interferenze e coinvolgimenti emotivi. Attualmente 40 paesi del mondo hanno riconosciuto la lingua dei segni nella propria Costituzione, come la Svezia e la Spagna, in articoli di legge oppure in semplici risoluzioni.

Va ricordato infatti, che non esiste una sola lingua dei segni universale ma queste lingue sono numerose e complesse, legate alle diverse culture  delle regioni in cui vengono usate: in Ticino la lingua italiana dei segni é caratterizzata da influenze nazionali (francese e tedesco) e lombarde. L'interprete in lingua dei segni garantisce alle persone sorde un servizio professionale basato su un preciso codice deontologico. Esso é tenuto al segreto professionale, é una figura neutrale ed imparziale, che traduce fedelmente e in maniera completa i contenuti del messaggio trasmesso, così come avviene per le lingue orali. Svolge la sua attività in tre ambiti principali, si parla infatti di interpretariato di trattativa per situazioni quali le visite mediche, ecc., di interpretariato di conferenza per situazioni pubbliche quali conferenze e congressi e di interpretariato scolastico in caso di formazioni o riqualifiche professionali di adulti. Dal 1°  gennaio 2008, grazie all'approvazione della nuova Legge Radiotelevisiva, in Svizzera viene assicurato giornalmente un programma di informazione tradotto in lingua dei segni. In Ticino si tratta dell'informazione flash delle ore 18.00 della TSI 1.

Attualmente in Ticino vi sono 9 interpreti che esercitano la loro attività a tempo parziale. La loro formazione triennale, conclusasi nel 1998 è stata  organizzata dalla Scuola Cantonale per operatori sociali di Mendrisio in collaborazione con il Centro per Persone Audiolese, la Federazione Svizzera dei Sordi e l'Ente Nazionale Sordomuti di Milano.

Gli interpreti sottostanno ad un contratto collettivo di lavoro firmato dal Sindacato SSP/VPOD e dalla Fondazione Procom di Wald; quest'ultima da gennaio 2007 ha assunto direttamente la gestione del servizio, prima garantita dal Centro per Persone Audiolese di Massagno, tramite una collaboratrice sul territorio, parificando così il Ticino al resto della Svizzera.

 

Sapevate che:

In Svizzera le persone sorde hanno diritto alla presenza dell'interprete in lingua dei segni:

- gratuitamente nelle situazioni riconosciute dall'UFAS quali visite mediche, scuola, manifestazioni pubbliche organizzate da Cantoni o Comuni, colloqui in uffici pubblici, colloqui di lavoro e da luglio 2007 anche per questioni private;

- nell'ambito lavorativo e professionale: durante la prima formazione professionale (art.16 LAI), durante la riformazione professionale (art.17 LAI), per la rifusione delle spese cagionate da terzi (art.9 OMAI);

- nei rapporti con le autorità che sono tenute a considerare "i bisogni particolari delle persone affette da disturbi del linguaggio, audiolese o ipovedenti". (art.14 LDis). Inoltre l'Art.11 della ODis precisa che "Le unità amministrative, organizzazioni e imprese ai sensi dell'art.2 LOGA, prendono su richiesta di una persona affetta da disturbi del linguaggio, audiolesa o ipovedente, le necessarie disposizioni affinché tale personale possa incontrare il rappresentante competente dell'autorità e comunicare con lui".

Attualità & Avvisi

  • di Alessando Cavalluzzo, presidente Comitato ospedaliero VPOD
  • Fiaccolata di solidarietà

  • Lunedì 19 maggio alle ore 18.00, Piazza della Riforma Lugano

    Venite a portare la vostra solidarietà alle operatrici e agli operatori sanitari di SCUDO Lugano (Servizio cure a domicilio), ingiustamente private del contratto collettivo di lavoro

    SÌ alla protezione degli operatori sanitari
    SÌ ai contratti collettivi di lavoro
    No alle ingiustizie!

    Vi aspettiamo numerose/i!!!
  • di Roberto Martinotti, presidente Sindacato VPOD Ticino
  • Una risposta celere per asili nido, mense e doposcuola

  • di Linda Cortesi, comitato iniziativa Asili nido di qualità per famiglie
  • Documento PDF/42.30 KB
  • Municipio di Locarno

  • Concessione del Municipio di Locarno di un aumento dei giorni di vacanze (vedi comunicato stampa allegato)
  • Documento PDF/684.80 KB
  • Assemblea dei delegati VPOD Regione Ticino

  • L'assemblea dei delegati, svoltasi il 9 aprile a Rivera ha adottato le seguenti risoluzioni.
  • Documento PDF/51.30 KB
  • Festa per la giustizia sociale e contro la xenofobia

  • Sabato 29 marzo, Capannone delle feste, Lugano-Pregassona
  • Documento PDF/2.23 MB
  • CORSO preparazione esame aspiranti gendarmi 2015

  • Per iscrizione: 091 826 12 78 oppure vpod.bellinzona@ticino.com
  • Documento PDF/30.40 KB
  • Articolo

  • Il municipale Quadri predica bene e razzola male
  • Petizione al Municipio di Lugano

  • Sì al reinserimento professionale dei disoccupati - No alla politica dei tagli!
  • Documento PDF/65.10 KB
  • Per un’azione della polizia più incisiva in occasione di disordini a seguito di pubbliche manifestazioni

  • Documento PDF/48.50 KB
  • PETIZIONE PER DIFENDERE IL CONTRATTO COLLETTIVO DI LAVORO ROCA NELLE CASE ANZIANI SUSSIDIATE!

  • Documento PDF/36.20 KB
  • Assemblea generale dei docenti comunali (SI/SE) del Canton Ticino

  • PER LA RIDUZIONE DEGLI ALLIEVI E LA RIVALUTAZIONE SALARIALE NELLE SCUOLE COMUNALI
  • Documento PDF/80.50 KB
  • Soddisfazione per la bocciatura della privatizzazione parziale della sorveglianza carceraria

  • Documento PDF/11.80 KB
  • Articolo

  • Prima il carcere, poi la polizia, e poi?
  • Comunicato Stampa

  • Sindacato VPOD contro l'inaccettabile politica dei tagli cantonali e comunali
  • Documento PDF/22.80 KB
  • Articolo

  • Privatizzare la sorveglianza è un falso risparmio
  • Articolo

  • "Basta con le privatizzazioni ripugnanti"
  • Articolo

  • "Si fermi la privatizzazione della sorveglianza carceraria"
  • Picchetto per la riduzione degli allievi e l'aumento degli stipendi nelle scuole comunali

  • Referendum: NO alla privatizzazione parziale della sorveglianza carceraria

  • Lo Stato non deve speculare nell'ambito della sicurezza: lo Stato deve assumere agenti di custodia pubblici in numero sufficiente presso le carceri.
    Scarica il formulario con il relativo argomentario!
  • Documento PDF/94.90 KB
  • Grande vittoria del sindacato VPOD Ticino al Tribunale federale

  • recupero indennità per i dipendenti di Cliniche, Case Anziani e Istituzioni sociali
  • Documento PDF/121.50 KB
  • Comunicato stampa

  • NO alla privatizzazione parziale sorveglianza Messaggio 6644 aggiuntivo
  • Comunicato - stampa

  • Serate informative sulle iniziative popolari per Asili nido per Comuni più forti
  • Sostieni il concerto del 1° maggio a Lugano!

  • Invia un SMS al numero 339 e digita la parola chiave MAGGIO per versare un contributo di 5 franchi. GRAZIE!
  • Corsi per la preparazione agli esami per agenti di custodia e aspiranti gendarmi

  • Allegato calendario date sia per Bellinzona e Lugano
  • Documento PDF/15.90 KB
  • Ultima raccolta firme per la petizione "Fate giustizia sui premi cassa malati pagati in eccesso"

  • SABATO 2 MARZO ORE 9-17
    ALLA BANCARELLA DEL PS LUGANO IN PIAZZA DANTE
  • Documento PDF/31.00 KB
  • Comunicato Stampa

  • 1250 firme per la petizione per il rimborso dei premi pagati in eccesso
  • Documento PDF/16.80 KB
  • Comunicato stampa

  • 500 firme per la petizione per il rimborso dei premi pagati in eccesso
  • Documento PDF/14.50 KB
  • PETIZIONE all'Assemblea federale

  • FATE GIUSTIZIA SUI PREMI CASSA MALATI PAGATI IN ECCESSO DAGLI ASSICURATI!
    Firmate e fate firmare,
    formulari da ritornare entro fine febbraio 2013
  • Documento PDF/68.70 KB
  • Comunicato Stampa

  • Avanti nella lotta sindacale!
    Il Comitato di sciopero VPOD chiede al Governo la riapertura
    immediata delle trattative per la rivalutazione salariale / le 40 ore
    settimanali ed è pronto ad effettuare ulteriori mobilitazioni.
    Di misura la base sindacale rinuncia al referendum contro il
    taglio salariale.
  • Documento PDF/32.50 KB
Homepage | Mappa del sito | Accessibilità
Socialità
Settori di attività » Socialità » Articolo
Deutsch | Français
Icona stampanteSTAMPA PAGINA